Donne e pesi, un rapporto conflittuale + week’s running playlist

Sabato 25 febbraio, ore 11.00. Niente, non ha resistito. Il mio corpo ha ceduto al cardio. Dopo un mese e una settimana di un programma di allenamento che mi permette solo 30 minuti di camminata in salita dopo gli esercizi con i pesi. Il mio tapis roulant giaceva da una parte piegato, con un pò di polvere sopra e so che mi stava guardando con aria di sfida. Io la polvere non l’ho tolta per non dargli soddisfazione, ma ho fatto una mezz’oretta di corsa- 32 minuti per l’esattezza– di hiit training: 1 minuto e mezzo a velocità 8 intervallato da un minuto a velocità 11. Una bella sudata, ma spero che la mia coach non legga mai questo post 😀

Dopo poco più di un mese in effetti i miglioramenti ci stanno: ho guadagnato qualche centimetro su spalle e braccia perdendone invece in vita e sulle cosce e mantenendo praticamente inalterato il peso. Ma non riesco ad accettare il fatto che siano cambiamenti troppo lenti e graduali, che costano tanto impegno e dedizione, specie per una come me che non ha problemi di peso, ma vorrebbe solo smaltire quel poco di grasso in eccesso nei punti sbagliati 😀 Insomma, vorrei tutto e subito, e pur sapendo che non si può, nella mia testa Mr. Cardio suona un po’ come Mr. Grey in questo caso– risolverebbe tutti i miei problemi. E’ un conflitto che prima o poi dovrò superare non appena vedrò più risultati grazie all’allenamento con i pesi. Ma da dove viene questa sfiducia delle donne nei confronti della ghisa? Dal mito “donne palestrate = donne grosse e muscolose”, ovvio!

Ma la donna già per natura, non è predisposta geneticamente alla crescita muscolare. L’ipertrofia tanto desiderata invece dagli uomini (che pure loro si sudano) richiede carichi molto pesanti abbinati ad una dieta ottimale con una certa dose di proteine per muscolo e integratori alimentari ad hoc. I cambiamenti indotti con sovraccarico nelle donne spesso riguardano un aumento di volume su braccia e cosce. Ma da cosa è dato effettivamente? si tratta di muscolo? Solitamente la persona che si iscrive in palestra, passa da uno stile di vita sedentario ad uno in cui si allena 5-6 volte a settimana e spesso non abbina una corretta alimentazione, carente di proteine, anzi molto spesso nel peggiore dei casi molto ipocalorica. Accade allora che la massa muscolare anziché crescere si “consuma”, ovvero il tessuto infiammato si gonfia riempiendosi d’acqua, per via dell’eccessivo allenamento e di una mancanza di nutrienti. La donna allora attribuisce il gonfiore ad un aumento dei muscoli, e scoraggiata abbandona i pesi, non sapendo che in realtà siano la migliore attività da fare per bruciare grasso, ovviamente se ben bilanciati. Un bravo personal trainer, dovrebbe far capire tutto questo e consigliare la giusta alimentazione.

Ergo, care donne non ammazzatevi di cardio, e se la vostra scheda non lo indica specificatamente, non fate come me, fare più sforzi non servirà a nulla! concentratevi piuttosto sull’alimentazione! Comunque a farmi da complice durante la mia colpevole corsa con sorriso annesso è stata anche la mia playlist su spotify, scelta accuratamente grazie a radio Deejay ❤ Se vi serve una playlist da corsa, vi lascio con questa, assicuro che “spinge” come dicono qui a Roma 🙂

  • Sono così indie, Stato sociale
  • Shape of you, Ed Sheeran
  • Heavydirtysoul, Twenty One Pilots
  • Something to say, Loud Luxury
  • Hell.o, Lenny
  • Smell like teen spirit, 2Cellos
  • Lordly, Feder
  • Poison, Rita Ora
  • I can’t escape myself, The Sound
  • What it feels like, Sons of Maria
  • Pulse power, Dynatron

Buon weekend a tutti!

– Stay hungry, stay healthy 

Lascia un commento