“Ho visto gente correre sette maratone in sette giorni”

Suggested soundtrack: Run, run, run – Junge Junge

Ci stanno persone come Michael Wardian che corrono maratone. E poi ci stanno altre persone, sempre come Wardian, a cui non bastano più solo le maratone, ma per esprimersi al meglio devono correre anche le ultramaratone. Si potrebbe definire un best ager anche se per la sua età di 42 anni, non ci rientra poi tanto. Best agers è un termine dedicato generalmente agli over 50, non più giovanissimi, ma comunque nell’età migliore della loro vita. E chi, se non lui, si potrebbe collocare meglio negli anni d’oro?

Michael Wardian ha corso sette maratone, in sette giorni, in sette continenti: dall’Antartide a Sidney, passando per Punta Arenas, Miami, Madrid, Marrakech e Dubai. Ha fatto parte di quel gruppo di 32 uomini e donne che hanno partecipato alla World Marathon Challenge, iniziata lunedì 23 gennaio 2017 e conclusa domenica 29. Ma Wardian non voleva solo partecipare alle maratone, desiderava essere anche il più veloce a farlo, e così ha corso con una media di 2:45:57 a gara (26,2 miglia, poco più di 42 km), vincendo la competizione in un tempo da record.

 

 

Wardian è solo uno dei tanti esempi tra coloro che hanno messo il coraggio in una giusta impresa, hanno perseverato e poi alla fine ce l’hanno fatta. Mettendoci coraggio e senza dubbio anche speranza, due ingredienti che se miscelati, portano tutto ciò che è destinato a noi, ma solo a patto che lo vogliamo veramente.

Che sia un nuovo paio di scarpe per correre, degli auricolari per ascoltare musica, o la voglia di buttar giù quei maledetti cinque chili, trova il tuo pretesto e inizia a muoverti. Specialmente se sei giovane o comunque sei lontano dall’essere un best ager, rifletti sull’importanza di fare movimento. Non è mai troppo presto per prendere confidenza col passare del tempo. Il prendere coscienza degli anni che passano darà più valore alla tua vita, perché te ne fa apprezzare realmente ogni singolo momento.

Sia che tu impari a nuotare, a pedalare o a correre, qualcosa nella tua vita cambia. Scopri dentro di te un universo fino ad allora sconosciuto, ti avvicini pian piano a ciò che non avresti mai pensato di fare. Anche la scoperta dell’ignoto attribuisce più valore alla tua vita, tutto ciò che in generale è rivolto a fare qualcosa che non conosci e a spingere oltre i tuoi limiti non solo fisici, soprattutto mentali. E’ il trovare una nuova persona, sempre dentro te stesso. E non si tratta di cambiarla, bensì di migliorarla.

Il movimento ampia lo spettro delle nostre idee e la capacità di governare noi stessi. Smuovi la tua coscienza, muovi i tuoi muscoli e lascia perdere ogni comodo automatismo.

Che sia una maratona, una nuotata in piscina o semplicemente una passeggiata.

Nuota, pedala, corri.

Stay hungry, stay healthy

 

Leggi anche:

Perchè cambiare veramente il tuo stile di vita e scegliere la strada del fitness

Lascia un commento