Quello che non sai sulle calorie

Per questioni di praticità specialmente durante una dieta, raccomandano di pesare i cibi rigorosamente da crudi, per evitare di mischiarli con altri alimenti e quindi far confusione. Ma sapete che dopo la cottura gli alimenti cambiano la loro densità calorica? questo succede grazie all’acqua. La pasta ad esempio, raddoppia il suo volume durante la cottura e passa da 350 kcal per 100 g a 350 kcal per 200 g (175 kcal per 100 g). Anche diverse verdure durante la cottura, cedono parte dell’acqua aumentando le calorie: è il caso dei finocchi che passano da 9 kcal per 100 gr a 25 da cotti.

Ma queste calorie una volta ingerite, vengono poi effettivamente assimilate? ci stanno da considerare diversi fattori:

MACRONUTRIENTI

Il corpo impiega delle calorie per digerire e assimilare i vari macronutrienti. Le proteine sono quelle con la spesa più alta, mentre i grassi sono quelli meno dispendiosi: pensate che se assumiamo 100 calorie di proteine ben il 30% viene utilizzato per l’assimilazione, e solo il 4% per quanto riguarda i grassi!

COTTURA E DENSITA’ DEGLI ALIMENTI

La capacità del nostro apparato digerente di assimilare tutti i nutrienti varia a seconda della cottura dei cibi e dei bocconi ingeriti, se vengono più o meno masticati. Ad esempio le farine forniscono più calorie, mentre i chicchi sono più resistenti alla digestione e contengono una parte non edibile che non viene quindi digerita. Inoltre, più un alimento viene cotto, più il nostro organismo ne assimila le calorie, al contrario di quanto invece succede per i cibi crudi, meno attaccati dai nostri enzimi digestivi.

TOLLERANZA

Quando leggiamo i valori nutrizionali di un alimento, vi è una tolleranza sul +/- 15%: In realtà pensiamo di mangiare 80 grammi di pasta, ma dovremmo sempre considerare che le calorie possono variare in base a quella percentuale.

Sia i macronutrienti che le calorie che assumiamo quindi, non potranno mai essere precisi, ci sarà sempre quel margine di errore rilevante. Ma allora ha senso contare calorie e macronutrienti?

La risposta è SI, perché questi numeri, anche se inesatti, sono un punto di riferimento essenziale e forniscono una stima a grandi linee di ciò che stiamo facendo. Senza numeri, diventerebbe più complicato raggiungere il nostro obiettivo, specialmente quando vogliamo scendere sotto una certa soglia di grasso corporeo. Utilizziamoli comunque come una guida a grandi linee pur sapendo non perfettamente esatta, ma comunque utile per mantenerci sulla giusta strada.

Lascia un commento